giovedì 30 giugno 2011

Come si fa il tofu in casa facilmente- Cosa è l'okara e come si fa/come si conserva

okara

Nella foto vedete l'okara che ho messo in un vasetto dopo averla (averlo? boh?) essiccata. Farò una fotina a breve del mio tofu, non ho fatto in tempo perchè è sparito nei ripieni, gnam gnam! e il resto l'ho congelato, e non è tanto adatto a una foto in versione ghiacciolino :)) ma la farò presto, promesso!

L'okara è ciò che resta della soia dopo che si è preparato il latte di soia e il tofu a partire dai fagioli di soia....
In giro sul web c'è la ricetta per fare il tofu in casa usando un ingrediente di difficile reperibilità (o almeno, per me che sono pigra, visto che probabilmente si trova in tutte le farmacie :D)
Io però ho usato una ricetta più semplice, che ho letto in giro e poi ricopiato su un post-it sul mio desktop, credo che la ricetta originale sia questa qui tra l'altro completa di foto. Io in ogni caso ve la trascrivo come l'avevo copiata sul mio post-it (anche perchè io ho aumentato le dosi di acqua).

Dalla preparazione del tofu fatto in casa potete anche estrapolare la preparazione del latte di soia, ma vi scrivo passo passo tutto più sotto; vi verrà anche un liquido che non è più latte di soia ma è ottimo da usare nelle zuppe, quindi non gettatelo (sempre che vi piaccia un sottile retrogusto acidulo in qualche zuppa adatta all'uopo). Il residuo "consistente" di tutta questa preparazione è l'OKARA, che si presenta come uno sbriciolato di fagioli di soia. Potete congelarlo e usarlo per tortini, polpette, polpettoni, ripieni e qualsiasi cosa vi suggerisca la fantasia. Se desiderate conservarlo senza congelarlo, dovrete farlo essiccare, come ho fatto io con l'okara della foto. Ma non vi preoccupate...è tutto SUPER-SEMPLICE, vi scrivo tutto passo passo ;) ed è pure veloce!!!!


INGREDIENTI:

500 gr fagioli di soia (gialli! sono gli unici ad essere veramente soia, gli altri sono fagioli ma non di soia anche se vengono chiamati soia verde, rossa o che altro!)
1 limone
acqua

Mettete a bagno per almeno una notte i fagioli di soia.
Il giorno dopo scolateli e metteteli in una grossa pentola, versate dentro almeno 4-5 litri di acqua e frullateli. Io ho usato il minipimer, ma se avete un frullatore sufficientemente capiente è ancora meglio. (potete anche frullare i fagioli con meno acqua e poi aggiungere il resto del liquido dopo, quando metterete il liquido sul fuoco). Comunque il minipimer funziona a dovere! Dovete frullare a lungo e senza fretta....almeno per 7-8 minuti, ovviamente facendo qualche pausa per non far bruciare il motorino del minipimer!!!
Fate quindi bollire il tutto e mantenete l'ebollizione per circa 5 minuti. A questo punto abbassate il fuoco per far perdere l'ebollizione, aggiungete una ciotola di acqua fredda e poi rialzate la fiamma per far raggiungere di nuovo l'ebollizione. La ricetta dice di ripetere questa operazione per 3 volte: abbassare la fiamma, aggiungere acqua fredda e riportare a bollore. Io in realtà l'ho fatto per più di 3 volte....almeno almeno 5.
A questo punto fate raffreddare un po' e prendete un'altra pentola capiente e uno straccio ben pulito, o una garza a trama fine. Filtrate tutto il liquido raffreddato.
Questo liquido è il LATTE DI SOIA, quindi se volete potete tenerne un po' in bottiglia e consumarlo nel giro di un giorno o due.
La parte solida invece che resta dentro allo straccio o alla garza è l'OKARA, quindi NON buttatela via e tenetela da parte.
Prendete il liquido (il latte di soia!) e fatelo scaldare leggermente (non fino alla bollitura! si dice che il livello giusto di calore è raggiunto quando potete immergere tranquillamente un dito dentro senza scottarvi ma sentendo comunque che è tiepido). A questo punto spegnete il fuoco e spremete dentro mezzo bicchiere di succo di limone. Date una mescolata energica ma veloce in modo da far "sparpagliare" bene il succo di limone, poi lasciate riposare. La parte coagulata si separerà dal liquido bianco, che potete non gettare e riutilizzare in qualche zuppa (calcolate che ha un sapore acidulo per via del succo di limone, ma in certe zuppe secondo me sta benissimo). A questo punto prendete un altro telo a trama fine e filtrate il tutto. Ciò che vi resta dentro al telo è tofu. Per renderlo compatto (al momento è tutto sbricioloso!) mettete il telo in un recipiente dalla forma preferita e mettete un peso sopra. Io l'ho semplicemente lasciato arrotolato nel telo, a scolare per qualche ora, permettendogli di compattarsi.
Il tofu si conserva in frigo per circa una settimana, immerso in acqua cambiata spesso.
Per l'okara: congelatela in sacchetti, oppure stendetela su teglia ricoperta di carta da forno e tenetela ad asciugarsi mentre magari state cuocendo qualche altro manicaretto in forno: tenetela nel ripiano più alto e meno a contatto col calore (in modo che non si bruci) e rigiratela spesso. Quando è completamente asciutta e "croccante" è pronta per essere messa in vasetti o contenitori e usata con tutta calma.

14 commenti:

  1. sta a vedere che mi tocca fare il tofu in casa!!! :-)

    RispondiElimina
  2. hihihihi te tocca me sa! :D

    RispondiElimina
  3. Ciao Polly,

    secondo me manca un'indicazione indispensabile....

    Non lavate la garza per filtrare con l'ammorbidente :D

    (Purtroppo uno dei nostri seitan è stato così aromatizzato al Coccolino!!!).

    Grazie per la ricetta, Elena.

    RispondiElimina
  4. Non riesco a trovare i fagioli di soja qui a Lugano... :(

    RispondiElimina
  5. sulla garza hai ragionissima, importante pulirla bene e con detergenti naturali, altrimenti va a finire che ci mangiamo i tensioattivi..
    per i fagioli di soia non so come aiutarti....prova in erboristeria! però mi pare strano che a Lugano non ci siano negozi di alimenti naturali....sicura sicura?

    RispondiElimina
  6. Ho visto al super che è ben fornito e ci sono fagioli di ogni razza e colore, ma soja gialla no... Cioè, ci sarebbero delle lenticchie gialle, ma non credo sia la stessa cosa.

    Settimana prossima vado in Italia a fare la spesa e vedrò di procurarmele, ormai sono una fan del tofu ed è fantastico poterselo fare in casa :)

    RispondiElimina
  7. uhm, i fagioli di soia al super credo che non si trovino manco qui! io di solito compro tutto o dai negozi tipo Naturasì (catena di supermercati di alimenti naturali e bio) o, più raramente, in erboristeria o in qualche negozietto che vende roba bio. Al super non credo proprio che ce l'abbiano (nemmeno alla Coop, mi pare), e cmq meglio comprare soia bio e non OGM...in ogni caso buona fortuna e fammi sapere! ;)

    RispondiElimina
  8. Ah, ecco svelato l'arcano, proverò a cercare quando vado in Italia, grazie :)

    RispondiElimina
  9. Ciao a tutti, sono nuova. Cercavo su internet una ricetta per fare il tofu e sono capitata qui. Grazie tantissime. La ricetta mi sembra facile. Anch'io sono alle prime armi col tofu e non mi viene ancora tanto bene. Mentre l'okara non la conoscevo per niente.
    In altre ricette ho scoperto che bisogna aggiungere un po' di sale al latte di soia e mischiare con un po' d'acqua tiepida il limone prima di versarlo. Cosa ne dite?
    Proviamo.

    Una domanda.
    Se per fare il latte di soia si deve aggiungere tutta quell'acqua non perdera` le proteine?

    Una piccola precisazione.
    Quando prendo il tofu dall'acqua io lo scolo con un filtro sottilissimo, e poi raccolgo il tofu.
    Va bene anche cosi`?

    Grazie tantissime. Ciao.

    RispondiElimina
  10. cara sperimentatrice del tofu a casa,grazie delle dritte,ci provero' volentieri anch'io...me l'avevano spacciata come una cosa complicatidssima...magari non verrà come quello del natura sì,ma chei se ne frega....cmque per rispondere alle altre commentatrici...io i fagioli si soya li ho trovati in un ASIAN MACH (SUPERMARKET CINESE)...DITE CHE NON CI SI PUO' FIDARE?PRIMA ERO SCETTICO,MA CREDO CHE ORA CI STIANO UN PO' PIU' ATTENTI,ALMENO SU CERTE COSE....POI Lì NON HANNO BISOGNO DELL'OGM CON I CAMPI STERMINATI CEH CI SONO..NO?!BHè CMQUE SIA LI HO TROVATI Lì...ED A UN PREZZO DECENTE,CHE...NON GUASTA...LO FACCIO E VI INVITO TUTTI A CENAAA..A BOLOGNA..CIAO,GRAZIE ANCORA...NOTTE

    RispondiElimina
  11. cara sperimentatrice del tofu a casa,grazie delle dritte,ci provero' volentieri anch'io...me l'avevano spacciata come una cosa complicatidssima...magari non verrà come quello del natura sì,ma chei se ne frega....cmque per rispondere alle altre commentatrici...io i fagioli si soya li ho trovati in un ASIAN MACH (SUPERMARKET CINESE)...DITE CHE NON CI SI PUO' FIDARE?PRIMA ERO SCETTICO,MA CREDO CHE ORA CI STIANO UN PO' PIU' ATTENTI,ALMENO SU CERTE COSE....POI Lì NON HANNO BISOGNO DELL'OGM CON I CAMPI STERMINATI CEH CI SONO..NO?!BHè CMQUE SIA LI HO TROVATI Lì...ED A UN PREZZO DECENTE,CHE...NON GUASTA...LO FACCIO E VI INVITO TUTTI A CENAAA..A BOLOGNA..CIAO,GRAZIE ANCORA...NOTTE

    RispondiElimina
  12. Mariopegaso ha ragione, alla fine al cinese ho trovato la soia e costa pochissimo! Non sarà biologica, ma tant'è.

    Praticamente con 1 euro:

    -ho appena messo via 1,5 lt di latte di soja aromatizzato alla vaniglia
    -non so quanta okara è uscita fuori
    -sto per preparare una forma di ricottina per le lasagne della cena
    -faccio la besciamella sempre per la lasagna
    -faccio la majonese per le patatine

    Ottimi risultati con due soldi e un pò di impegno. :)

    RispondiElimina
  13. WOW mai sentito ed è un'ottima soluzione per avere il tofu fatto in casa. Complimenti ricette molto innovative. CIAO

    RispondiElimina
  14. Scusate l assenza....! Mariopegaso, allora quando ci inviti a Bologna??? il tofu e' venuto bene??

    Uela, leproteine non si perdono, certo che se vuoi usare il liquido come latte di soia allora ti conviene usare un pochino meno acqua, viene piu' denso! io in effetti ho scelto di usarne tanta ma si puo' nettamente diminuire, diciamo che 5 o 6 lt totali (comprensivi di aggiunte via via di acqua fredda) possono andare benissimo. O forse anche meno! Io sale cerco di non usarne, ma se ti piacciono le cose saporite puoi benissimo aggiungere il sale nel latte! Per il resto e' venuto bene?

    Elena, sono contenta che sia venuto tutto ok e che tu abbia trovato la soia! diciamo che io non mi fido tantissimo dei prodotti cinesi ma....si puo' fare! (tutte le volte che ho comprato un paio di pantaloni per dire...mi sono grattata all infinito per i coloranti improbabili che usano..)

    Italiana, anche io sono senza servitu'!!!! ci facciamo le pulizie a vicenda una tantum? :D :D :D

    RispondiElimina

Un commento ? sempre gradito! e se ti piace il mio blog, puoi iscriverti come follower, mi fa piacere sapere che mi leggi!

A comment is always welcome! and if you like my blog, you can subscribe as follower, so I will know that you are reading me!